Ricordo della strage nazi-fascista di Fivizzano (17-25 agosto 1944)

Il Circolo “Giustizia e Libertà” di Roma condivide pienamente il discorso del Capo dello Stato fatto oggi a Fivizzano in ricordo l’eccidio nazi-fascista.

Una commemorazione piena di valori e contenuti per i quali il Circolo “Giustizia e Libertà” si è sempre battuto sin dalla sua fondazione nel 1948.

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ricordando la strage di Fivizzano alla presenza del Presidente della Repubblica Federale Tedesca, Frank Walter Steinmeier, ha detto: “Occorre guardare con consapevolezza agli orrori delle stragi nazifasciste. L'Unione Europea, uno degli spazi di libertà più grandi al mondo è nata in reazione a quella tragedia, la cui responsabilità va addossata a chi aveva in spregio la democrazia, gente a cui fu permesso di esercitare in potere assoluto. Bisogna impedire che si creino le condizioni in cui possa riprodursi una distorta idea di nazione”.

Tema molto delicato, in questa parte della Toscana, quello delle stragi naziste del '44. Il 12 agosto a Sant'Anna di Stazzema i morti furono 560. Dieci giorni dopo, nella zona di Fivizzano, 401. Tra Versilia e Lunigiana mille vittime in una decina di giorni: una vera e propria guerra nella guerra. Da anni quelle giornate vengono ricordate, insieme, dai capi di Stato di Italia e Germania. Così oggi Mattarella ha percorso le strade di questa cittadina della Lunigiana a fianco di Steinmeier. I due Capi di Stato hanno deposto insieme una corona di fiori al monumento che ricorda quei morti. La gente ha applaudido con vera partecipazione.

C'è chi grida lunga vita alla Costituzione. Steinmeier rivoltosi a Mattarella, ha notato: “Lei è davvero amato ...”. Mattarella per rispondere ha aspettato l'intervento nella cerimonia che si è svolta pochi minuti dopo nella piazza principale dove ha esordito: “La perdita di fiducia nei valori al centro della storia europea, come il rispetto della vita e della libertà individuale e collettiva, permisero a regimi che avevano in spregio la democrazia di giungere ad esercitare un potere assoluto. Fu la notte delle coscienze che condusse a immani tragedie, e ora il ricordo ci impone di guardare con consapevolezza mai attenuata a quei fatti. Ben sapendo, però, che è qui che ha avuto inizio il percorso che ci ha portato alle nostre Costituzioni ed al successivo percorso di integrazione europea, che è la nostra comune prospettiva storica. A dimenticarsene si farebbe un danno senza precedenti o quasi”.

Steinmeier  non ha avuto remore nel manifestare la sua “vergogna”. Lo ha detto nel suo intervento in un bell'italiano, in cui ha ammesso: “E’ infinitamente difficile per un tedesco venire in questo luogo. Se la Germania non ha fatto nulla per molti anni per riconoscere le proprie responsabilità, i superstiti e le loro famiglie mantengono intatto il diritto alla memoria. Perché chi conosce il passato è pronto per lo spirito europeo mentre chi dimentica è esposto ai pericoli dell'intolleranza e della violenza. E questo vale soprattutto in un momento in cui il veleno del nazionalismo torna ad infiltrarsi in Europa”.

Mattarella ha rincarato la dose: “Dimenticare equivarrebbe ad una fuga da noi stessi, da quello che autenticamente è la nostra Repubblica. Anche perché le cose hanno spesso la tendenza a ripetersi. Quindi, è nostro dovere impedire che si creino le condizioni in cui tutto ciò possa riprodursi, soprattutto nell'Unione Europea, uno dei più grandi spazi di libertà esistenti al mondo. E che, come tale, va difeso”.

Il Presidente Sergio Mattarella in questo particolare momento della vita della Repubblica italiana  è impegnato affinchè la democrazia e la libertà nel nostro Paese possano continuare ad essere rappresentati.  Ma è la coscienza degli italiani che per prima deve sapere difendere questi valori e mantenerli ai livelli più alti.

                                                                                [ pubblicato da Administrator ]

ULTIMI ARTICOI BLOG GL

La Repubblica, Bruno Buozzi e Pietro Nenni

La Repubblica, Bruno Buozzi e Pietro Nenni

In: BLOG GL

Il 4 giugno 1946, in serata, si conoscono i risultati del referendum istituzionale. Ha vinto la Repubblica. Le elezioni dell’Assemblea Costituente registrano un grande successo per i socialisti. Il PSI…

leggi...

Una poesia di Salvatore Quasimodo

Una poesia di Salvatore Quasimodo

In: BLOG GL

“Alle fronde dei salici” di Salvatore Quasimodo è stata composta nel 1944 e pubblicata per la prima volta su una rivista nel 1945, per poi essere inserita nella raccolta “Giorno…

leggi...

Il 25 Aprile... Oggi come Ieri

Il 25 Aprile... Oggi come Ieri

In: BLOG GL

Il 25 Aprile è la festa della Liberazione dalla tirannide nazi-fascista. E' la festa della Libertà e della Giustizia riconquistate contro una società liberticida, criminale e prevaricatrice di ogni diritto…

leggi...

In ricordo della prematura scomparsa di Fabio Galluccio

In ricordo della prematura scomparsa di Fabio Galluccio

In: BLOG GL

La Presidenza, i Consiglieri ed i Soci del Circolo "Giustizia e Libertà" di Roma, apprendendo la prematura scomparsa di Fabio Galluccio, consigliere di questo Circolo, partecipano al cordoglio dei familiari.…

leggi...

Pagare il conto al criminale nazista Erich Priebke

Pagare il conto al criminale nazista Erich Priebke

In: BLOG GL

Il Circolo "Giustizia e Libertà" di Roma esprime piena solidarietà a Valter Vecellio per questa assurda ingiustizia che si aggiunge ad altre ingiustizie ben note che hanno ferito e continuano…

leggi...

Presentazione del libro

Presentazione del libro "L'Altra Moneta" di Antonino Galloni

In: BLOG GL

Il CIRCOLO "GIUSTIZIA E LIBERTA’ " di Roma ha il piacere di invitarVi Mercoledì 26 febbraio 2020 alle ore 17:30 in Via Andrea Doria, 79 (sc.B) al dibattito sul libro…

leggi...

Presentazione del libro

Presentazione del libro "L'Italia civile dei Rosselli"

In: BLOG GL

IL CIRCOLO GIUSTIZIA E LIBERTA’ ha il piacere di invitarVi Venerdì 14 febbraio 2020 alle ore 17:30 in Via Andrea Doria, 79 (sc.B) - Roma alla presentazione del libro di…

leggi...

CALENDARIO EVENTI GL

CALENDARIO EVENTI GIUSTIZIA E LIBERTA'

Agosto 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

ID falsi - le libertà vengono in diverse forme e sapori

Per i bambini universitari americani, i falsi ID sono un vero passaggio per la libertà, la libertà di scegliere le attività sociali per impegnarsi, bere o partecipare a festival musicali. I migliori ID falsi https://kingoffakes.com/sitemap.html che scansione sono quelli che dispongono di tutte le funzioni di sicurezza replicate con cura e mestiere. A tal fine vengono utilizzati impianti industriali situati nei paesi in via di sviluppo. Quindi, non solo questo sito web aziendale Fake IDs aiuta i giovani americani a godersi la vita, ma crea anche posti di lavoro locali nei paesi poveri che li necessitano. Fake IDs http://bit.ly/2yJOxNI è un'impresa veramente globale che aiuta le persone di tutto il mondo!